© 2018 Biomagnetismo Integrale

​Biomagnetismo​

​Integrale
biomagnetismologo
logo

Blog Biomagnetismo Integrale

17/11/2018, 12:01

caso di studio



Caso-di-Studio.-Donna-87-anni-con-Nevralgia-Posterpetica


 La signora viene da noi lamentando una forte nevralgia posterpetica con 2 anni di evoluzione (2 anni prima aveva avuto un herpes zoster o fuoco di Sant’Antonio) con forti dolori in zona intercostale molte volte al giorno.



Caso Studio

Donna 87 anni 
Nevralgiaposterpetica 


La signora viene da noi lamentando una forte nevralgiaposterpetica con 2 anni di evoluzione (2 anni prima aveva avuto un herpeszoster o fuoco di Sant’Antonio) con forti dolori in zona intercostale moltevolte al giorno. I medici le consigliano antidolorifici per il doloreposterpetico, ma senza speranza di guarigione, secondo loro si dovrà portaredietro i sintomi per tutta la vita.  

Premessa 
"La nevralgia posterpetica è una sintomatologia dolorosa che può insorgere come conseguenza di un herpes zoster. Solitamente il dolore neuropatico è localizzato nella stessa regione cutanea in cui si è sviluppata l’eruzione erpetica ed in genere compare quando le lesioni cutanee sono in via di guarigione. Raramente è possibile che si manifesti una nevralgia in assenza di evidenti segni cutanei. Si parla in tal caso di zoster sine herpete. La sintomatologia fastidiosa si può configurare come semplice prurito, formicolio o vero e proprio dolore e deriva dal danneggiamento delle vie nervose causato dal virus varicella-zoster (VZV) che è un virus neurotropo. I sintomi possono perdurare per diversi mesi. L’incidenza della nevralgia posterpetica aumenta con l’età; nei soggetti giovani di età inferiore ai 50 anni si manifesta in circa il 20% dei casi di herpes zoster, ma può salire fino al 70% nel caso di persone anziane non adeguatamente trattate. Una terapia insufficiente o tardiva dell’herpes zoster aumenta il rischio di sviluppare una nevralgia posterpetica. Per prevenire la possibilità di insorgenza di tale nevralgia bisogna: 
Utilizzare sufficienti dose di analgesici nella fase acutaRidurre la reazione infiammatoria 
Il sintomo della nevralgia posterpetica è rappresentato da una sensazione fastidiosa di bruciore, prurito, disestesia (alterazione della sensibilità) o vero e proprio dolore. L’intensità dei sintomi è assai variabile; talvolta una sensazione di modesto formicolio di base è accompagnata da brevi recrudescenze con dolore di tipo trafittivo. Trattandosi di una patologia caratterizzata da grande variabilità sintomatologica, anche il trattamento deve essere ottimizzato per il singolo paziente. Prima di tutto deve essere trattata in modo efficace e possibilmente tempestivo la patologia di base (herpes zoster) per ridurre l’incidenza e la gravità della nevralgia conseguente. Vengono utilizzati a tale scopo dei farmaci antivirali specifici tipo aciclovir e famciclovir. Successivamente vengono impiegati farmaci antidolorifici tradizionali e farmaci attivi sul dolore neuropatico."   

Fonti: 
Stephen L. Hauser, Harrison: Neurologia clinica, Casarile (Milano), McGraw-Hill, 2007, ISBN 978-88-386-3923-4. 
https://it.wikipedia.org/wiki/Nevralgia_posterpetica  

Ti piace quello che stai leggendo?

Sei un operatore del benessere e ti piacerebbe leggere altri casi?

Cosa diresti se ti regalassi un report completo ed inedito di casi trattati con il Biomagnetismo Integrale?


Segui questo link per averlo!!



Le sedute di Biomagnetismo Integrale


Dal colloquio si raccolgono altri dati

Dolori articolari, artrosi Dolore lombareOsteoporosi Tendenza depressivaStanchezzaFacilità a contrarre raffreddori che d’invernotendono a diventare bronchite

Prima seduta

Test di coppie biomagnetiche
Milza-Trachea (serbatoio) Stomaco-Duodeno (serbatoio specifico Herpes)Articolazione-Nervo inguinaleAscella-AscellaColon ascendente-Colon Discendente Lacrimale-Lacrimale Orecchio-Orecchio Sacro-Sacro Sciatico-Sciatico Uretere-Uretere

Seconda seduta

Test di coppie biomagnetiche 
Articolazione-Nervo inguinaleAscella-Ascella Colon ascendente-Colon DiscendenteLacrimale-Lacrimale Orecchio-Orecchio Sacro-Sacro

Terza seduta

Test di coppie biomagnetice
 Articolazione-Nervo inguinale Ascella-AscellaLacrimale-Lacrimale Orecchio-Orecchio

Quarta seduta

Test di coppie biomagnetiche       
Articolazione-Nervo inguinaleAscella-Ascella     Orecchio-Orecchio

Evoluzione delle sedute

Vediamo le procedure e l’andamento delle sedute. 
Questo è uno dei nostri primi casi; all’epoca avevamo lapossibilità di usare solo le tecniche di primo livello. 
Vediamo come è andata: 
Testiamo le coppie biomagnetiche e troviamo due coppie chefungono come serbatoi. Queste coppie possono agire come "nascondiglio" dimicrorganismi e uno di questi è proprio un serbatoio specifico per il virus cheprovoca l’herpes. Questo può voler dire che ad un prossimo abbassamento delle difeseè possibile avere l’insorgenza di un nuovo herpes. 
Normalmente, nel Biomagnetismo, trattiamo per primi iserbatoi, poiché abbiamo constatato che dopo l’applicazione delle calamite inqueste zone è possibile avere una riacutizzazione dei sintomi ed è un’ottimapratica riuscire ad individuare subito (nella stessa seduta) le coppieassociate a questa possibile riacutizzazione e disattivarle.Per questo motivo applichiamo le calamite alle due coppieserbatoio per poi andare a fare di nuovo il test completo delle coppie. 
La coppia Articolazione-Nervo inguinale è unacoppia speciale per trattare le articolazioni colpite da artrosi. Posizioniamoil polo nord di una calamita sull’articolazione e una polarità sud sull’inguinedx. La coppia Ascella-Ascella si presenta attiva inconcomitanza di bronchite, asma, problemi neurologici e psicologici, ansia epuò collaborare a peggiorare i problemi di pelle. La coppia Colon Ascendente-Colon Discendente èla coppia specifica dell’ herpes zoster. La coppia Lacrimale-Lacrimale si presenta attivain situazioni di bronchite, polmonite, rinite, otite, stanchezza e malesseregenerale. La coppia Orecchio-Orecchio è una coppiaspeciale specifica per le nevralgie. La coppia Sacro-Sacro si presenta attiva inconcomitanza di dolori lombo-sacrali, dolori all’anca, lombalgia cronica,problemi muscolari e articolari. Può alterarsi la sensibilità e la motricitàdelle gambe. La coppia Sciatico-Sciatico è presente inproblemi lombari, sciatalgia, neuropatie, nevralgie, dolore tipo scossaelettrica.   La coppia Uretere-Uretere si presenta attiva inproblemi urinari e ginecologici. Può creare anche problemi digestivi e dolorilombari. Questa coppia può supportare il virus della varicella. 
Inizialmente facciamo un’applicazione di 20min alle coppieserbatoi e posteriormente altri 20min al resto delle coppie. 
Nella seconda seduta, dopo una settimana, la clienteriferisce di avere molti meno episodi di dolore e anche un po’ attenuati comeintensità. 
Notiamo che in questa seduta il numero di coppie attive altest è molto minore. 
Qui facciamo un’applicazione dei magneti per un tempo di25min. 
Nel nostro terzo incontro, la cliente riferisce un nettomiglioramento con qualche episodio in giornata con intensità variabile. 
Al test riscontriamo che il numero di coppie attive continuaa diminuire e non troviamo coppie nuove.In questa occasione l’applicazione di nuovo è di 25min. 
Nelle sedute successive facciamo semplicementeun’applicazione locale sulle articolazioni che presentano maggiore dolore econtinuiamo con la coppia Orecchio-Orecchio che continua a presentarsi attiva,fino a un totale di 6 sedute, quando ci riferisce che non ha più dolorenevralgico.  
Dopo 6 sedute di Biomagnetismo la nevralgia è completamentesparita senza l’ausilio di nessun rimedio, i dolori articolari molto attenuatie qualche tempo dopo la cliente riferisce di aver passato il suo primo invernosenza neanche una bronchite. 

Conclusioni 

In questo caso possiamo vedere come a volte i trattamenti con il Biomagnetismo siano veramente semplici. In solo 6 sedute abbiamo migliorato considerevolmente la qualità di vita di questa signora che praticamente non aveva più speranza di vivere senza dolore. Inoltre, dopo questo primo caso, appare chiaro che con il Biomagnetismo Integrale si trattano in contemporanea problemi sia acuti che cronici e si va proprio alla radice, svolgendo in tal modo anche un lavoro importantissimo di prevenzione.

Ti è piaciuto quello che hai letto?

Sei un operatore del benessere e ti piacerebbe leggere altri casi?

Cosa diresti se ti regalassi un report completo ed inedito di casi trattati con il Biomagnetismo Integrale?


Segui questo link per averlo!!





1

Caso di Studio. Donna 87 anni con Nevralgia Posterpetica

17/11/2018, 12:01

Caso-di-Studio.-Donna-87-anni-con-Nevralgia-Posterpetica

La signora viene da noi lamentando una forte nevralgia posterpetica con 2 anni di evoluzione (2 anni prima aveva avuto un herpes zoster o fuoco di Sant’Antonio) con forti dolori in zona intercostale molte volte al giorno.

Create a website